Le 5 Ragioni per cui oggi è importante affidarsi ad un servizio di Food Delivery

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

È di pochi giorni fa la notizia del mantenimento delle zone “colorate” (rosse, arancioni e gialle) fino al 5 Marzo. Ennesima tegola sopra la testa dei ristoratori che per la maggior parte del territorio italiano si troveranno chiusi e con un’unica alternativa di sopravvivenza: l’asporto.

A questa esigenza sempre più attuale e importante per il sostentamento dei ristoranti si affiancano i servizi di delivery, dai più famosi a quelli più piccoli ma altrettanto validi, soprattutto a livello locale, come Take2Me. Grazie a Take2Me.it infatti molti ristoratori delle piccole e medie città Romagnole, Emiliane e Marchigiane riescono a mantenere in servizio le proprie attività.

Ma perché ai ristoratori conviene affidarsi ad un servizio di delivery?

Abbiamo raccolto 5 motivi per cui è importante, ora più che mai, essere presenti in uno dei portali di delivery.

1. Le piattaforme di delivery sono vere e propri canali di Marketing, per farsi conoscere, per esserci. È nell’interesse di tutti essere presente nella mente del cliente nel momento del bisogno e queste app sono il primo mezzo per entrarci. L’utente medio di questo genere di servizi è quello che torna a casa la sera e non sa bene cosa mangiare, non parte, spesso, nella scelta dal locale dove ordinare, ma dalla tipologia di cibo, e se il ristoratore è presente con quella tipologia è molto probabile che venga scelto per ciò che offre, il suo cibo. L’incremento di clienti provenienti da app di delivery si attesta ad un 20% in più, clienti che poi, potrebbero essere convertiti in clienti in loco.

2. In tempi normali la cena per un ristoratore rappresenta il 60% circa del fatturato annuale ed ora più che mai, essendo proibito il servizio serale ai ristoranti anche in zona gialla a causa del coprifuoco nazionale, è importante che la cena rimanga per il sostentamento del locale. L’unica alternativa, dunque, per mantenere attivo il cash flow allora è aderire alla rete del delivery appoggiandosi ad una piattaforma e scegliendo, se procedere in autonomia con la consegna o integrare anche il servizio di consegna dell’app. In questa condizione è l’unica chance possibile per non rischiare di chiudere.

3. Grazie alle piattaforme di delivery poi è possibile gestire in tempo reale le comande e sospendere, in caso di fine merce o esubero degli ordini, il servizio durante la serata. Questa opzione dona grande libertà nell’organizzazione della propria azienda/ristorante e di evitare sprechi di materie prime.

4. La pubblicità del locale rappresenta, o comunque dovrebbe rappresentare, il 30% del fatturato annuale. Con l’adesione ad un servizio di delivery questo costo vivo viene abbattuto in maniera proporzionale dato che è la piattaforma a far pubblicità al locale al posto del ristoratore e il pubblico, inutile dirlo, è potenzialmente il quadruplo. La platea di riferimento infatti non solo racchiude i clienti di un dato ristorante ma anche i clienti degli altri locali aderenti alla rete e di chi si trova in quel momento in quella località e desidera cibo d’asporto.

5. Le app di delivery sopperiscono in maniera naturale ai periodi di minor flusso di clienti ai ristoranti. Ora che nessuno può frequentare “fisicamente” i locali, diventa indispensabile farsi trovare per continuare ad essere il “ristorante preferito” dei propri clienti, anche in vista della riapertura.

Poche ragioni e semplici per essere presenti in un app di delivery. Il periodo non è dei migliori, ma ci sono scelte che possono determinare, o meno, la sopravvivenza del proprio locale.

Per iscriverti a Take2Me clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica:

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×