Sito web per il settore alberghiero: come migliorare l’esperienza di navigazione

Gli accorgimenti che devono essere adottati per massimizzare l’esperienza di navigazione del sito web di un albergo sono molteplici, ne abbiamo parlato con Roberto Marletta di Emme’ Pubblicità, web agency di Catania, insieme abbiamo riassunto gli aspetti più importanti:

Moduli di richiesta informazioni

Alcune ricerche recenti raccomandano di fare in modo che l’etichetta relativa al campo da compilare non compaia sulla sinistra ma sopra, in quanto l’occhio è abituato a leggere dall’alto in basso: in questo modo, dunque, la compilazione risulta facilitata, mentre con l’etichetta collocata a sinistra si ha l’impressione di un modulo separato in due colonne. A proposito dei form, gli utenti sono tanto più invogliati a scrivere quanto minore è la quantità di informazioni che vengono loro richieste: ecco perché è preferibile ristringere al minimo il numero dei campi indispensabili per inviare la richiesta di informazioni.

La qualità del design

Le immagini e l’impianto grafico del sito web sono aspetti decisivi per migliorare l’esperienza dell’utente: è importante che esse siano in linea con lo stile della struttura ricettiva, in modo tale da dare un’immagine della location corrispondente alle sue caratteristiche effettive. Non ha senso “illudere” il target di riferimento instillando nei clienti aspettative che poi potrebbero essere deluse. Per esempio, un hotel destinato soprattutto a una clientela business deve puntare su una sobria professionalità: sarebbe inutile ricorrere a una grafica giocosa e caratterizzata da tonalità cromatiche vivaci. Anche su Internet, i libri – o, in questo caso, i siti – vengono giudicati dalla copertina.

La distribuzione delle informazioni

La distribuzione delle informazioni importanti è un altro elemento di cui è opportuno tenere conto ai fini dell’usabilità: tutti i dati principali e tutti i fattori più significativi dovrebbero essere concentrati nella parte alta dell’home page e delle altre pagine. Se è vero che gli utenti sono abituati a utilizzare il mouse o a scrollare le pagine con il dito, è altrettanto vero che pagine troppo lunghe sono comunque da evitare: un’indagine effettuata da Jakob Nielsen, per esempio, ha dimostrato che tra chi visita un sito per la prima volta meno di un utente su quattro scrolla la pagina. Questo è il motivo per il quale la parte alta deve includere gli elementi più importanti del sito: non solo i contatti e il menù, ma anche la USP e il booking engine. Occorre, inoltre, che tutte queste informazioni risultino ben visibili a prescindere dal tipo di dispositivo che si sta usando e dallo schermo. Le parti di testo devono essere riconoscibili e suddivise in maniera ordinata.

I link e gli spazi

Una particolare cura va riservata ai link, che devono essere in contrasto: di colore blu, di solito, o comunque contrassegnati da una tonalità cromatica che risalti sia rispetto al resto del testo che rispetto allo sfondo. In generale, poi, è bene assecondare le aspettative degli utenti, che in genere si attendono di trovare il logo a sinistra in alto e degli elenchi puntati che facilitano la lettura. L’inserimento di spazi bianchi tra i paragrafi facilita la comprensione e alleggerisce la fruizione dei contenuti.

Come posizionare e gestire i banner

Gli utenti escludono dallo spettro visivo tutto ciò a cui non sono interessati e tutto quello che non cercano volontariamente. Questo vuol dire, per esempio, che se un utente è alla ricerca di un determinato link presta poca attenzione alle pubblicità che potrebbero essere presenti intorno all’elemento che gli interessa. Questa è la ragione per la quale sarebbe opportuno evitare di mettere, in home page ma non solo, banner che rinviano a landing page o a promozioni e che stonano in modo evidente rispetto all’ambiente circostante. Il rischio, infatti, è che tali banner vengano confusi e scambiati per pubblicità, anche se si tratta a tutti gli effetti di elementi del sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica: