Come rendere più efficace ed efficiente un e-commerce

16 Maggio 2019E-commerce

Nel giro dei prossimi due anni, il mondo del commercio elettronico dovrebbe superare la soglia dei 4.5 trilioni di dollari di ricavi, a testimonianza di una crescita che non accenna ad arrestarsi e che, per altro, si affianca a un mercato caratterizzato da un livello di competitività sempre più elevato. Per i gestori di store online, questo scenario è a dir poco impegnativo, e si presenta come una sfida ardua. Che cosa fare per battere la concorrenza?

Una visione globale

Il primo consiglio è quello di adottare una visione globale, dando uno sguardo a ciò che avviene nel proprio mercato di riferimento nel testo del mondo. Più concretamente, poi, è opportuno sfruttare le nuove tecnologie a proprio vantaggio: per esempio permettendo agli utenti di osservare i prodotti che vengono messi in vendita da tutte le angolazioni e da tutte le prospettive. Basta un tool che garantisca una visione grafica a 360 gradi per ridurre i resi della metà e accrescere il tasso di conversioni di quasi il 30%. In questo modo, inoltre, si ha la possibilità di diminuire di oltre il 20% le chiamate al customer service pre-acquisto.

I vantaggi della visione a 360 gradi

Per un sito ecommerce, l’implementazione della visione a 360 gradi è destinata a garantire un gran numero di vantaggi: da un lato i costi vengono abbattuti, mentre dall’altro lato si può rafforzare il rapporto di fiducia tra chi vende e chi compra. Si stima che questo tipo di funzione faccia sì che gli utenti passino sul sito il 30% del tempo in più rispetto a ciò che sono abituati a fare in assenza della visione completa. Inoltre, 2 clienti su 5 affermano che questo tipo di funzione li rende più propensi a un acquisto.

La personalizzazione in tempo reale

Per un sito di commercio elettronico di successo la personalizzazione delle esperienze non è più sufficiente: è necessario, infatti, che essa avvenga e si concretizzi in tempo reale. Ciò dipende anche dalla crescita delle aspettative da parte degli utenti. Per esempio, in uno store online che si occupa della vendita di capi di abbigliamento, i potenziali clienti desiderano avere la possibilità di scegliere non solo i modelli, ma anche i formati, le taglie e i colori che preferiscono. In fase di preview ogni dettaglio dovrebbe poter essere visualizzato, grazie alle nuove tecnologie, in maniera istantanea. Più di 7 utenti su 10 rivelano che quando un e-commerce impedisce loro di visionare le preview si sentono insoddisfatti, ed è ovvio che ciò finisce per avere ripercussioni negative sugli acquisti. Più o meno la stessa percentuale di clienti, per altro, confessa di essere pronta a pagare un po’ di più pur di usufruire di tali opportunità.

Il valore dei video

I video sono elementi di fondamentale importanza nell’ottica di un’esperienza di commercio elettronico distintiva e destinata a farsi ricordare. Non è superfluo sottolineare che spesso il potere delle immagini è superiore a quello delle parole, e quando queste immagini sono contenute in un video l’effetto è ancora migliore. Già, ma di quali video si parla? Non tanto di filmati promozionali, quanto di contenuti che abbiano un fine informativo a proposito dei servizi e dei prodotti offerti ma che siano al tempo stesso intriganti e dinamici. Si può fornire, per esempio, un racconto di filiera, oppure mettere a disposizione un how to o un tutorial.

I tour virtuali per i millennial

Infine, non ci si deve dimenticare della rilevanza acquisita dai tour virtuali, che sono apprezzati soprattutto dai millennial: è stato calcolato che una funzionalità di questo tipo è in grado di incrementare il tempo di permanenza sul sito di ben dieci volte. Ciò è vero soprattutto quando si ha la necessità di prenotare una location, come per esempio un appartamento per le vacanze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica: