Le Guide di Instagram, una rivoluzione ?

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

Novità degli ultimi giorni è l’ingresso delle Guide di instagram.

Se Instagram, patria dello storytelling, voleva introdurre qualcosa di nuovo non poteva che essere un contenuto aggiuntivo che unisce non solo i post dell’attività ma anche quella di clienti e amici che parlano di loro.

Un arma in più per creare una vera community.

Come sfruttare al massimo questa novità e come integrarla nel PED (piano editoriale digitale)?

Ecco 5 semplici punti:

1. Creare una vetrina di prodotti

Una delle possibilità infatti è quella di raccogliere in un unico contenitore diversi prodotti di quelli in vendita, come per un negoziante. E di organizzarli per marchio o tipologia, una sorta di inventario virtuale.

2. Fare brand e corporate storytelling

Instagram è diventato un mezzo molto efficace di corporate storytelling.

Con le Guide, le possibilità di raccontare la realtà dietro al brand e la sua storia aumentano.

Un potenziale utilizzo è quello di raccogliere i post pubblicati da tutti coloro che hanno a cuore l’azienda, non solo i dipendenti ma anche i clienti così a raccontare in toto tutti gli aspetti che stanno dietro all’azienda.

In alternativa, si possono creare guide che mimino le pagine “Chi siamo” e “la nostra storia” del sito web in modo da offrire anche su una piattaforma smart e molto visitata come instagram l’intera storia dell’azienda

3. Collaborare con content creator e influencer

Le Guide offrono nuove opportunità di collaborazione con content creator e influencer, migliorando l’integrazione tra contenuti e sponsorizzazioni.

Per esempio, se la tua campagna di influencer marketing per un prodotto coinvolge più creators, hai la possibilità di unire tutti i post sponsorizzati in un unico luogo, con il vantaggio di mostrare il prodotto da diversi punti di vista.

followers come utilizzano il prodotto e perché lo consigliano. In caso di sponsorizzazione per un servizio come hotel o ristoranti, possono usare il

4. Condividere contenuti degli utenti e contest

Le Guide possono essere anche un ottimo strumento per raccogliere tutti quei contenuti “user generated”, cioè realizzati dagli clienti, spesso spinti nella partecipazione ad un contest o un concorso. Anche in questo caso, nulla andrà più perso e tutto sarà parte dello storytelling dell’azienda su Instagram.

5. Organizzare stream editoriali

Ultimo punto, ma non per importanza, grazie alle guide si potrà organizzare anche la fruizione dei contenuti raccolti per rubrica.

Un’organizzazione dei contenuti di questo tipo può portare diversi vantaggi:

  • Dà all’utente un’idea di ordine e coerenza nel tipo di contenuti che il brand vuole condividere.

  • Invoglia i nuovi visitatori a seguire il profilo per ricevere più contenuti di quel tipo.

  • Permette di dare nuova vita a post pubblicati in precedenza.

Ma le Guide Instagram sono il futuro?

Rispondere a questa domanda purtroppo è ancora prematuro, esistono da troppo poco nel panorama Social e non possiamo sapere se si riveleranno un flop o meno. Certo è che se dovessero prendere piede saranno sicuramente un ulteriore passo in avanti per la piattaforma di Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica:

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×