Come avviare il tuo Business in 12 step

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

Hai finalmente deciso di lanciarti e di dare vita a un’impresa tutta tua?
Sicuramente già saprai che avviare un’attività non è semplice: servono intraprendenza ed esperienza. Proprio per questo abbiamo pensato di proporti una guida completa che possa aiutarti a capire come lanciare e promuovere il tuo business.
Pronto? Cominciamo!

1. Avere un’idea valida
Innanzitutto serve un’idea. Un’idea originale, un’idea vincente. Le possibilità sono innumerevoli, ma sei tu che devi capire che tipo di attività vuoi avviare. Esamina le tue competenze, le tue abilità e soprattutto le tue passioni. Scrivi una lista di tutte le cose che sai fare e che ti piacerebbe fare. Ora inizia a smarcarla: non basta trovare un’idea, serve anche misurarne il potenziale e analizzare la domanda del mercato in quel tipo di settore, per valutarne le probabilità di successo.
Vuoi un prezioso consiglio? Individua una nicchia di pubblico: trova un particolare settore in cui la tua attività si può affermare. Questo passaggio è essenziale per garantirti il successo.

2. Predisporre un business plan
Il business plan è uno strumento estremamente utile per delineare ogni aspetto della tua strategia aziendale, dalla previsione di crescita dell’attività fino alle tecniche di acquisizione dei clienti.
Vuoi un esempio di un business plan completo e organizzato? Eccolo:
– Executive summary: riepilogo di tutte le informazioni inserite all’interno del documento.
– Informazioni sull’attività: descrizione dell’azienda e degli obiettivi da realizzare.
– Analisi di mercato e della concorrenza: esame del mercato, valutazione del posizionamento dell’azienda e analisi dei principali competitors.
– Prodotti e servizi: elenco dei prodotti e/o dei servizi offerti.
– Strategie di marketing: prospetto delle decisioni relative al marketing.
– Piano logistico e gestionale: dovrà analisi degli aspetti gestionali (fornitori, attrezzature, strumenti, inventario…)
– Piano finanziario: informazioni sull’ammontare del capitale iniziale e sulle previsioni di guadagno.

3. Raccogliere finanziamenti
Pur essendo possibile avviare un business senza denaro, è sempre meglio pensare a come reperire i fondi necessari per il lancio dell’attività. I costi che andrai a sostenere variano a seconda di come vuoi sviluppare la tua idea, alle infrastrutture e agli strumenti necessari e in base al tipo di società che scegli.
Quali sono i metodi più comuni per ottenere finanziamenti?
– Ottenere un prestito aziendale
– Usufruire di sovvenzioni (regionali,comunali o nazionali) destinate alle minoranze che vogliano aprire un’attività (imprenditrici, under 30,…)
– Investitori personali: VC, angel investor, amici o familiari
– Crowdfunding: ottenere finanziamenti da parte di sostenitori che credono nella vostra idea.

4. Determinare la struttura organizzativa
A questo punto è necessario stabilire come verrà distribuito, coordinato e svolto il lavoro all’interno dell’azienda. Non meno importante, è in questa fase che va individuata la forma giuridica più adatta alla tua impresa.
Innanzitutto è necessario identificare il settore di operatività del tuo business: primario, secondario o terziario.
è utile poi differenziare l’esercizio dell’attività in forma individuale (ossia un’azienda costituita da una sola persona) o collettiva (in cui l’azienda è costituita da più soci).
Infine bisogna distinguere tra società di persone – come le SNC (società in nome collettivo) e le SAS (società in accomandita semplice), caratterizzate dalla responsabilità illimitata e solidale dei soci – e le società di capitali, come le SRL (società a responsabilità limitata), le SPA (società per azioni) e le SAPA (società in accomandita per azioni), caratterizzate dalla responsabilità limitata dei soci.
Conoscere tutti i modelli di impresa disponibili è fondamentale per assicurarti di trovare quello più adatto a te e alla tua attività.

5. Aprire l’azienda
Qual è l’iter burocratico da seguire per l’apertura di una nuova azienda?
– Aprire una partita IVA
– Effettuare l’iscrizione al Registro delle Imprese
– Comunicare gli atti alla Camera di Commercio
– Inviare al comune l’avviso di inizio attività
– In caso di assunzioni di personale, apertura delle posizioni tramite INPS e INAIL
I requisiti e le procedure necessarie all’apertura di una nuova azienda variano a seconda della tipologia di società che si va a costituire, in base al settore, al tipo di attività e al luogo in cui viene avviata. Ti raccomandiamo perciò di verificare l’iter burocratico tramite gli appositi portali governativi o rivolgendosi a un consulente esperto.

6. Ottenere eventuali permessi e/o licenze
Una volta stabilita la gestione dell’impresa bisogna accertarsi di possedere eventuali permessi o licenze necessari allo svolgimento dell’attività. Come accennato in precedenza, anche i requisiti per la richiesta e l’ottenimento possono variare a seconda del Paese in cui avvii il tuo business e in cui svolgerai la tua attività.
Anche per questo motivo, come dicevamo, ti consigliamo di rivolgerti a un consulente professionista del settore che ti interessa.

7. Aprire un apposito conto bancario aziendale
Mantenere le tue finanze personali separate da quelle aziendali facilita la gestione dei conti e dei pagamenti (sia in entrata che in uscita) ed è utile anche nel momento di pagare le tasse.
Può rivelarsi un’idea vincente anche in caso di pagamenti automatici.

8. Acquistare gli strumenti adatti
Esistono numerosi strumenti utili a semplificare, a gestire e a ottimizzare il tuo lavoro.
Quali sono i software più validi per avviare un’attività?
– Gli strumenti di fatturazione elettronica e di gestione della contabilità sono sicuramente fondamentali per dare il via al tuo business evitando di incorrere in errori di calcolo.
– I software di email marketing possono darti una mano a promuovere la tua brand identity realizzando email automatiche e instaurando una comunicazione diretta con i tuoi potenziali clienti.
– Per dare una spinta alla tua attività puoi inoltre decidere di investire in strumenti di advertising e sponsorizzazioni.
– Infine, i programmi di gestione di progetti e attività ti possono aiutare a organizzare il tuo flusso di lavoro, evitando di mancare appuntamenti o scadenze e mantenendo sempre tutto sotto controllo.

9. Assumere il personale
Una volta impostata la struttura e ottenuti gli strumenti adatti a inaugurare la tua attività ti servirà selezionare il team di collaboratori che avrà il compito di aiutarti a farla crescere e che portarla verso il successo. Ogni azienda ha bisogno di una certa tipologia di personale, che si distingua per skills, competenze, responsabilità e attitudine. Per raccogliere candidature puoi avvalerti delle principali piattaforme di recruiting online o affidarti a un’agenzia del lavoro.

10. Evitare le perdite
Ci sono ci sono diversi metodi utili che puoi utilizzare per ridurre il rischio di subire furti e frodi, nonché prevenire le perdite evitabili, ossia quelle causate da errori umani.
Ecco alcune azioni che puoi mettere in atto per prevenire le perdite:
– Vigila sui processi di assunzione e di formazione del personale
– Stabilisci regole chiare sul codice di condotta
– Metti in atto validi deterrenti (allarmi antifurto, antivirus, data mining POS,…)
– Instaura procedimenti e prassi schematiche e rigorose
– Perfeziona la gestione dell’inventario

11. Creare il sito web dell’azienda
Ad oggi avere un sito web è indispensabile, anche se decidi di avviare un’attività offline. Il tuo sito è il tuo biglietto da visita, è la tua vetrina, è lo strumento tramite cui puoi raggiungere e comunicare con tutti i tuoi potenziali clienti, che qui potranno trovare tutte le informazioni utili sulla tua attività. Grazie al tuo sito potrai inoltre promuovere il tuo business e le tue offerte speciali. E non dimenticare che, se deciderai di portare online il tuo business, avere già un sito si rivelerà un importante vantaggio.

12. Promuovere il tuo business
Una volta completati tutti i passaggi pratici volti ad avviare la tua attività sarai pronto per il lancio vero e proprio. è quindi il momento di dedicarti alla promozione del tuo business, mettendo in atto le più efficaci strategie di marketing.
Come puoi promuovere il tuo business appena avviato?
– Fai networking: fatti conoscere, approfitta della tua rete di contatti e dei canali gratuiti come i social media. Invia email personalizzate per chiedere supporto, sfrutta il passaparola e rivolgiti ai primi potenziali clienti.
– Attira i tuoi primi clienti premiandoli con offerte esclusive e scontistiche speciali, in questo modo catturerai la loro attenzione e aumenterai il loro interesse. Invitali poi a condividere la loro esperienza, a parlare di te e a lasciarti una recensione.
– Investi sull’advertising: le inserzioni a pagamento sono un valido strumento per raggiungere il tuo pubblico e aumentare la visibilità del tuo business.

Contenuto Bonus: Come avviare un business ONLINE
La procedura per avviare un’attività online è molto simile a quella offline, con la differenza che un’attività online tendenzialmente richiede un minor investimento iniziale, offre maggior flessibilità e ha un elevato potenziale in termini di crescita. Nel processo di creazione di un business online ci sono alcuni aspetti su cui vale la pena soffermarsi.
Uno dei passaggi più importanti è ideare l’immagine e la mission del brand, poiché ciò che contraddistingue un business di successo è essere memorabile. è poi fondamentale stabilire la presenza del brand su più canali e in diverse aree del web, dai social media tradizionali ai marketplace esterni.
Se la tua attività prevede la vendita online puoi anche pensare di impostare un e-commerce. Creare il tuo negozio virtuale significa anche tener conto di alcuni elementi decisivi: innanzitutto è essenziale individuare i prodotti da vendere online. Bisogna poi assicurarsi di aver soddisfatto sia gli adempimenti amministrativi che i requisiti organizzativi. Una volta impostata l’attività in termini tecnici, di branding e di ottimizzazione SEO potrai finalmente concentrarti sul marketing creativo e promozionale.
Come il modello di business tradizionale, una volta avviato, anche quello online avrà bisogno di crescere e di essere sponsorizzato, così da attirare e fidelizzare quanti più clienti possibili.

Ed ecco qua la nostra checklist in 12 step (+1!) per aiutarti ad avviare il tuo business. Finalmente hai tutte le informazioni che ti servono per lanciare la tua attività. Non dimenticare però che avviare un’impresa è solo l’inizio: la tua avventura è appena cominciata! Non arrenderti alle prime – spesso inevitabili – difficoltà e ricordati che se hai bisogno di aiuto per creare il tuo sito, mantenerlo o promuoverlo puoi sempre rivolgerti a noi, ti aspettiamo sul nostro sito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica:

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×